HardWare & Gadget

Time Stopper: ecco come prolungare all’infinito la scadenza dei software di prova

19 Ott/09

jpgimg_logo_timestopperC’è preoccupazione tra i produttori di software, la causa si chiama Time Stopper, un’applicazione al limite della legalità che inganna le versioni trial rilasciate dalle software house. Le trial (o shareware) sono versioni di prova, cioè che trascorso un certo lasso di tempo dalla prima installazione (ad esempio 15 o 30 giorni), richiedono l’acquisto della licenza commerciale per continuarne l’utilizzo. Insomma, il programma “scade” tra un mese? Time Stopper gli fa credere che il tempo non sia mai trascorso, congelando il conto alla rovescia. E così non c’è più bisogno della licenza: perché ogni trial è perfettamente funzionante, al pari della versione commerciale, per il periodo di prova stabilito dal produttore. Ecco quindi come i criminali informatici ottengono a costo zero le versioni “full” dei programmi, senza “sporcarsi le mani” con crack, keygen e serial (metodi illegali di utilizzare a pieno titolo dei software senza comprare la licenza).

Condividi:

del.icio.us
Facebook
Google
OKnotizie
Technorati
Wikio
Print this article!
E-mail this story to a friend!

Continua a leggere – Original Link: Time Stopper: ecco come prolungare all’infinito la scadenza dei software di prova

Technorati Tags: , , , , , , , , ,

Realizzazione Sito Gestionale Immobiliare

Leggi Anche

Condividi
Condividi in DeliciousCondividi in DiggCondividi in RedditCondividi in StumbleCondividi in MixxCondividi in TecnoratiCondividi in Ok Notizie

Commenti

I commenti sono disabilitati per questo articolo.

I commenti sono chiusi.

Autore

Gestionale Immobiliare - Realizzazione Sito Web per Agenzia Immobiliare

Archivio

Iscrizione Newsletter

    Tieniti informato con tutte le novità del mondo informatico con la nostra newsletter
    Email:

    Nome:

    Auto Shop Italia
    Web Burning Blog
    Info Privacy

Meta