Internet

Netbook più venduti dell’iPhone

21 Dic/08

La Stampa
notebookL’ultima è che Acer ne propone uno a 99 dollari nelle catene americane RadioShack. A patto che l’acquirente stipuli un contratto biennale con l’operatore telefonico AT&T che fornisce l’abbonamento a Internet via rete 3G.

Il produttore taiwanese ha scalzato Asus, il precursore, dalla classifica di settore nonostante quest’ultima fosse stato il primo, almeno in Italia, non solo a introdurre la “killer application” ma anche a lanciare un modello in partnership con Telecom Italia che forniva il collegamento a Internet, in 3G.

Secondo i dati di vendita di DisplaySearch, Acer è in testa con il suo modello Aspire One detenendo il 38,3% del mercato (2,1 milioni di unità vendute negli ultimi quattro mesi).

Al secondo posto Asus con il 30,3% e 1,7 milioni di unità vendute, notevolmente distanziato il terzo, Hp con appena il 5,8% e 330mila unità vendute. La crescita del mercato è impressionante: +160% da un trimestre all’altro, giustificata dal fatto che parliamo di prodotti esplosi effettivamente dopo l’estate.

In totale 5,6 milioni di unità vendute in un trimestre, contro i 4,7 milioni di iPhone.
Oltre ad Acer, Asus, Hp ci sono anche gli altri: Lenovo, Fujitsu-Siemens, Dell e una Samsung che non ti aspetti. Forse presto anche un Apple che non ti aspetti.

Un successo inaspettato, quello dei netbook, o no? Beh. Un successo giustificato. I netbook hanno tre caratteristiche fondamentali: sono piccoli, economici e si collegano facilmente a Internet. Sufficienti per la stragrande maggioranza degli utilizzatori di computer.

Concetti semplici alla base del successo, come ricorda Business Week, rivisti partendo dall’idea di Nicholas Negroponte di One Laptop per Child e dai desiderata di Mark Anderson. Talmente semplici da sembrare l’uovo di Colombo.

Piccoli? Ma non c’erano gli Umpc (portatili Ultra Mobile), leggerissimi certo, eleganti, performanti, ma non costavano meno di 600 euro come i netbook. Si collegano a Internet via 3G? Ci sarebbero gli Smart Phone, già ma si chiamano Phone purtroppo, non sono considerati computer veri e propri, lo schermo è troppo piccolo, la tastiera, se c’è, è piccola. Insomma, ripassate più tardi, il mondo non è pronto per tanta miniaturizzazione.

Il mondo è pronto per una tecnologia semplice, che funzioni e che costi poco, visti i tempi. È interessante, poi, osservare che i modelli non differiscono praticamente tra di loro.

Considerando i primi cinque della classifica di PcWorld, o di qualsiasi altra, visto che i modelli degni sono una decina (e anche questo è un grande vantaggio), scorriamo:

– Processore Intel Atom da 1,6 GHz

– Dimensioni dello schermo 10 pollici widescreen (anche 10,2 o 8,9)

– Disco fisso da almeno 80 Gb

– Peso massimo un 1,5 kg

– Prezzo massimo 600 euro

Semplice no?

(Fonte: Computermente)

Link Articolo Completo

Technorati Tags: , , , , ,

Realizzazione Sito Gestionale Immobiliare

Leggi Anche

    Un super iPhone con tecnologia HSUPA
    Un super iPhone con tecnologia HSUPA - Abbiamo parlato proprio oggi su Web Mobile della fine del WiMAX in casa Nokia. Nemmeno Apple, ad oggi, pare averci fatto molto affidamento tanto che...
Condividi
Condividi in DeliciousCondividi in DiggCondividi in RedditCondividi in StumbleCondividi in MixxCondividi in TecnoratiCondividi in Ok Notizie

Commenti

I commenti sono disabilitati per questo articolo.

I commenti sono chiusi.

Autore

Archivio

Iscrizione Newsletter

    Tieniti informato con tutte le novità del mondo informatico con la nostra newsletter
    Email:

    Nome:

    Auto Shop Italia
    Web Burning Blog
    Info Privacy

Meta