Internet

Nokia, ecco come è fatto il nuovo N96. Cellulare o computer multimediale ?

2 Ott/08

Il fiore all’occhiello della gamma Nseries della casa finlandese è in vendita sull’online shop del produttore. Sofisticate funzioni audio video e gps integrato i suoi punti di forza.

Quello dei computer multimediali è uno “slogan” che tanto piace a Nokia per differenziarsi dagli smartphone delle varie Samsung, Htc, Motorola e via dicendo (iPhone compreso). L’esempio più illustre di questa categoria di device è finalmente arrivato anche in Italia; il Nokia N96, il fiore all’occhiello della gamma Nseries della casa finlandese di cui si parla da tempo, è infatti prenotabile dall’Online Shop del produttore sborsando 719 euro. Il prezzo di listino indicato da Nokia, quello cioè che il consumatore pagherà alla cassa del centro commerciale o negozio dove lo andrà fisicamente a ritirare, sono tanti e per qualcuno forse anche decisamente troppi.
La dote tecnica di questo terminale, però, parla da sola: display da 2,8 pollici, altoparlanti stereo 3D integrati, 16 Gbyte di memoria interna, modulo A-Gps con navigatore (Nokia Maps) e guida vocale, lettore multimediale, fotocamera da 5.0 megapixel e il chipset Dvb-H per ricevere i canali della televisione digitale terrestre. L’accesso privilegiato ai servizi di Ovi fanno invece pendant con le capacità di comunicazione wireless (via reti Wi-Fi o 3G Hsdpa 3G). Letta così assomiglia molto di più alla scheda tecnica di un mini computer da tasca che non a quella di un cellulare. Appunto.

L’accordo formalizzato nei giorni scorsi con Microsoft per estendere a tutti i dispositivi della serie S60 3rd Edition (43 modelli per circa 80 milioni di cellulari venduti sul mercato) la funzionalità Exchange Activesync e con essa l’accesso semplificato alla mail aziendale su piattaforma made in Redmond è già andato in archivio. In questi giorni Nokia è particolarmente attiva come lo sono del resto i suoi diretti concorrenti. Un esempio: ieri Research In Motion ha ufficializzato a braccetto con Microsoft che porterà il motore di ricerca Live Search di quest’ultima sui BlackBerry (e sul portale mobile di Rim) entro la fine dell’anno, dando continuità a una collaborazione che in maggio è sfociata con la disponibilità a bordo degli smartphone della casa canadese dei servizi Messenger e Hotmail di Windows Live. Quale allora, in questo intreccio di alleanze, la contro risposta del gigante finlandese? Eccole: la funzionalità di sincronizzazione Pim (Personal information management) del suo “portalone” di servizi Ovi.com , la Ovi Suite per pc e il servizio di accesso remoto Files on Ovi. In poche parole un pacchetto di servizi con i quali gli utenti di terminali Nokia potranno gestire informazioni personali e contenuti digitali in diverse modalità attraverso un’interfaccia semplice e unificata. Servizi che nel disegno convergente del produttore hanno il compito di rendere sempre più facile la comunicazione (via Internet) fra smartphone e personal computer, di mettere nelle mani dei “mobile workers” strumenti sempre più capaci per lavorare e non solo (archiviare on line o su pc i dati personali, accedervi da remoto, condividere file multimediali e altro ancora) ovunque essi si trovino.

di Gianni Rusconi


(Fonte: Computermente)

Condividi
Condividi in DeliciousCondividi in DiggCondividi in RedditCondividi in StumbleCondividi in MixxCondividi in TecnoratiCondividi in Ok Notizie

Commenti

I commenti sono disabilitati per questo articolo.

I commenti sono chiusi.

Autore

Archivio

Iscrizione Newsletter

    Tieniti informato con tutte le novità del mondo informatico con la nostra newsletter
    Email:

    Nome:

    Auto Shop Italia
    Web Burning Blog
    Info Privacy

Meta